Experience

Road to Barcelona

1300 km e 8000 metri di dislivello, due città, due amici, due ruote ciascuno. Cinque giorni e una gara che mette insieme 1500 metri di nuoto, 40 chilometri in biciletta e 10 di corsa.

Sono i numeri di un sogno, quello di Matteo e Andrea. I chilometri sono quelli che separano Firenze da Barcellona, il sogno quelli di percorrerli in bicicletta per partecipare al triathlon internazionale di Barcellona.

Certo, a guardare i numeri più che un sogno sembra una follia, ma Matteo e Andrea non sono proprio due tipi ordinari. A unirli infatti non è solo la passione per la bici, ma anche e soprattutto quella per il viaggio e l’avventura: una sfida con sé stessi e un fantastico modo per scoprire nuove strade o incontrare nuovi amici.

Matteo e Andrea sono sognatori su due ruote, Rolling Dreamers per la precisione.

L’idea di partire da Firenze per raggiungere Barcellona in biciletta nasce un po’ per gioco, un po’ per la scommessa di mettersi alla prova. Pian piano prende forma un’avventura fatta di strade poco frequentate, di incontri che scaldano il cuore, di pranzi e cene in compagnia. Cinque giorni e cinque tappe, supportati da fisioterapista, chef, nutrizionista e meccanico, un team di professionisti che si trasformeranno presto in amici con cui condividere dubbi e incertezze ma anche infinite emozioni e la gioia pura di arrivare alla meta con le proprie forze.

Si parte da Piazzale Michelangelo e già prima di arrivare a Lucca, Matteo e Andrea non si fanno mancare una buona dose di pioggia. “Partenza bagnata, partenza fortunata” si dice. Ed è proprio con questo spirito che i nostri sognatori rotolanti arrivano sulle strade della riviera Ligure, davanti all’immenso spettacolo del Mediterraneo. Sulla loro strada incontrano Carl e Robyn, neozelandesi che come loro condividono la passione per le avventure su due ruote. Il tempo di una chiacchierata e poi si torna in sella per toccare Camogli e poi Ventimiglia fino a passare il confine e raggiungere Nizza e la celebre Promenade des Anglais.

Le strade francesi mettono a dura prova Matteo e Andrea, freddo e fatica si fanno sentire ma loro stringono i denti e non mollano. A ripagarli della tenacia, non solo gli spettacolari colori e profumi della Provenza ma anche l’incontro con Wolfang, 72 anni di entusiasmo puro e 32.000km di viaggi in biciletta attraverso l’Europa negli ultimi quattro anni. Uno di quei regali che scaldano il cuore e alleggeriscono le gambe, che tornano a spingere sui pedali con un’energia tutta nuova.

Le pedalate ormai non si contano più ma la Spagna è vicina. Dopo Figueres – modernista e surreale come il suo Salvador Dalì – si arriva a Girona, la Firenze catalana terra di artisti e ciclisti. Ed ecco infine Barcellona, eclettica e sinuosa come l’architettura di Gaudì, l’arrivo del viaggio ma anche l’inizio di una nuova avventura.

I 1.300 chilometri da Firenze a Barcellona sono stati infatti un ricco antipasto, ma il piatto forte per Matteo e Andrea è il triathlon olimpico di Barcellona. Giusto il tempo di rifiatare e godersi un po’ di meritato riposo e sono pronti a ripartire.

Preparados, listos, ¡ya!

1,5km di nuoto, 40 in bici e 10 di corsa. Sogno nel sogno: una gara che ormai non si capisce più se è un obiettivo o un pretesto per mettersi in gioco, affrontare nuove strade e sfidare i propri limiti.

Ma per i nostri Rolling Dreamers alla fine quello che conta davvero è solo trovare una buona scusa per tagliare il traguardo di emozioni senza fine, la motivazione per dare una voce ai nostri sogni e trasformarli in realtà. 

Noi non ci fermiamo e continuiamo a sognare. Ancora e ancora.

Venite con noi?